Virosi respiratoria diverse forme

Virosi respiratoria: alcuni esempi

Le infezioni respiratorie acute di origine virale delineano il quadro clinico della virosi respiratoria che si evidenzia come una malattia auto-limitante dalla durata che può persistere una o due settimane, la tipica sintomatologia si manifesta con dei segni clinici quali: mal di gola, raucedine, rinorrea, febbre mai molto elevata, cefalea, inappetenza, iniezione della congiuntiva, malessere generale. I responsabili principali di questa affezione possono determinare un quadro sintomatologico più o meno grave, occasionalmente il paziente può risentire anche di dolori muscolari e di una condizione prolungata di astenia causata prevalentemente da virus dell’influenza o parainfluenza; se invece i sintomi hanno un decorso lieve, di solito il fattore eziologico implicato è il rinovirus; non vanno poi sottovalutate le forme di virosi respiratoria scatenate da agenti quali l’adenovirus ed il virus respiratorio sinciziale. Le virosi localizzate nell’apparato respiratorio spesso sfociano nella manifestazione clinica del raffreddore legato all’azione dei rhinovirus, una famiglia che include più di 100 tipi di ceppi. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Mononucleosi confusa con l’influenza: i sintomi comuni.

Myxovirus e virus parainfluenzali

virosi respiratoria

virosi respiratoria

Durante l’infanzia si registrano significativi casi di virosi respiratoria dovuti all’infezione da virus respiratorio sinciziale, che appartiene alla classe dei myxovirus; i soggetti maggiormente colpiti da questa patologia sono principalmente i bambini di età inferiore ai 4 anni. Il contagio del virus avviene attraverso le secrezioni respiratorie infette da cui dipendono delle manifestazioni simili ad un comune raffreddore, per cui il soggetto può lamentare manifestazioni quali: tosse, febbre elevata, faringodinia, debolezza. Tra le altre forme di infezioni virali tipicamente pediatriche ci sono le affezioni causate dai virus parainfluenzali umani (HPIV), che determinano infezioni acute delle vie respiratorie nei neonati e nei bambini, appartengono al genere paramixovirus e sono suddivisi in quattro tipi a cui sono imputabili malattie di diversa gravità. Maggiori notizie si trovano su Sindrome influenzale quadro clinico.

Parla alla tua mente

*