Sclerosi multipla mononucleosi: il legame diretto

Sclerosi multipla mononucleosi

La sclerosi multipla è una complicanza anche se statisticamente non frequente della mononucleosi: questa infezione di natura virale infatti rappresenta un fattore di rischio per tale condizione patologica neurodegenerativa da quanto evidenziato da diversi studi tra cui uno condotto in Italia. Da quanto evidenziato da uno studio pubblicato nella rivista scientifica internazionale “Plos one” che ha raccolto le conclusioni della ricerca condotta dal dipartimento di scienze biomediche e dal gruppo di malattie infettive del dipartimento di medicina clinica e sperimentale dell’università di Sassari sussiste un rapporto diretto tra i due virus ed il processo neurodegenerativo che si accompagna con il decorso del quadro clinico del paziente: nello specifico il virus di Epstein Barr (EBV), responsabile della mononucleosi infettiva, ed il retrovirus HERV-W/MSRVM, associato alla sclerosi multipla sarebbero strettamente dipendenti. Lo studio condotto dall’ateneo sassarese ha preso le mosse dal tentativo di evidenziare il possibile coinvolgimento di alcuni virus come agenti eziologici della sclerosi multipla. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Infezione linfoproliferativa come si evidenzia.

I risultati della ricerca

sclerosi multipla mononucleosi

sclerosi multipla mononucleosi

La sclerosi multipla è determinata da diverse cause non ancora appurate con certezza anche se risulta con una maggiore frequenza dell’incidenza dei fattori ambientali in associazione comunque alla predisposizione genetica, tra gli altri fattori eziologici si evidenzia poi il virus di Epstein Barr ma anche il retrovirus endogeno umano HERV-W/MSRV. Indagando questa correlazione il gruppo di lavoro dell’università di Sassari ha ipotizzato l’esistenza tra i soggetti infettati in età adulta dal virus responsabile della mononucleosi e la presenza di un eccessivo numero di anticorpi del virus Ebv nell’organismo prima nella comparsa della sclerosi multipla, inoltre è stata rivelata una certa attivazione del virus HERV-W/MSRV nella sclerosi multipla. Lo studio ha permesso così di avvalorare l’ipotesi di un coinvolgimento diretto entrambi i virus nella sclerosi multipla, è possibile quindi che il virus della mononucleosi si attivi a livello temporale prima della sclerosi multipla causando a sua volta l’innesco del virus HERV-W/MSRV, che avrebbe un ruolo diretto nella genesi della malattia. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Mononucleosi splenomegalia.

Parla alla tua mente

*