Rimedi naturali salice

Rimedi naturali salice

Tra i rimedi naturali indicati per favorire la guarigione in caso di mononucleosi si consiglia anche il salice da utilizzare con le dovute cautele chiedendo un preventivo consiglio medico. Tra gli effetti benefici che vengono attribuiti alla corteccia del salice vanno segnalate le proprietà antinfiammatorie, analgesiche, antipiretiche, antinevralgiche, antifebbrile, antireumatiche. L’impiego del rimedio ad uso orale e topico viene consigliato in caso di dolori articolari e muscolari, mal di schiena, diverse forme di nevralgia, mal di testa, febbre, stati influenzali causati da agenti virali e malattie da raffreddamento. La composizione della pianta prevede diverse sostanze curative quali: tannini, glicosidi fenolici (salicina, populina, alcool salicilico), aldeidi, acidi aromatici, flavonoidi; in particolare è la salicina a rappresentare il principio attivo più noto a cui si deve l’azione analgesica e l’effetto antipiretico, garantendo gli stessi risultati dell’acido acetilsalicilico ma garantendo un’azione meno irritante sulla mucosa gastrica; l’acido salicilico attiva principalmente proprietà analgesiche, antinfiammatorie, antipiretiche attraverso l’inibizione dell’enzima ciclossigenasi che ha il compito di trasformare l’acido arachidonico nelle prostaglandine che innescano l’infiammazione. Non va trascurata poi l’azione vasoprotettiva dei flavonoidi che rende più efficace l’azione antinfiammatoria offerta dal fitocomplesso del salice.

Raccomandazioni prima dell’uso

rimedi-naturali-salice

rimedi naturali salice

L’acido salicilico presenta anche delle importanti proprietà cheratolitiche per cui viene usato nella formulazione di pomate e di unguenti per il trattamento di verruche, psoriasi, ipercheratosi, eczemi, neurodermiti. Ad uso topico i preparati a base del fitocomplesso della corteccia del salice vengono usati
per il trattamento di sintomi di tipo reumatico, ma anche in presenza di dolori articolari e muscolari. Oltre a verificare l’eventuale sensibilità nei confronti del rimedio, deve essere poi assunto con cautela da chi è allergico ai salicilati, è bene controllare la possibile interazione farmacologica con eventuali terapie mediche che si stanno seguendo, il trattamento è sconsigliato in caso di assunzione di: ACE-inibitori; FANS; naprossene; antidiabetici orali; anticoagulanti; antiaggreganti piastrinici; metotrexato; barbiturici.

Parla alla tua mente

*