Pericardite come si evidenzia

Pericardite come si evidenzia

Tra le infezioni secondarie che si possono sviluppare durante la mononucleosi non sono rari i casi di polmonite e pericardite, in questo caso l’infezione interessa la sacca che avvolge il cuore (il pericardio) che ha il compito di tener ben fermo il cuore favorendo così il suo corretto funzionamento di questo organo. Il pericardio è formato da due sottili strati di tessuto che circondano il cuore e tra di essi si trova una piccola quantità di liquido che impedisce l’attrito. Nella pericardite gli strati di tessuto si infiammano e fanno attrito contro il cuore, si origina così il dolore toracico, un sintomo frequente della pericardite, il soggetto risente di manifestazioni caratteristiche quali: dolore toracico, febbre, fiato corto, senso di affaticamento, nausea, tosse secca, gonfiore delle gambe oppure addominale. Nella maggioranza dei casi non è facile risalire alla causa della pericardite anche se le infezioni virali sono tra i fattori eziologici più frequenti, non vanno poi trascurate le infezioni batteriche e quelle micotiche; dal punto di vista clinico si riscontrano altre cause che possono determinare lo sviluppo della pericardite: un eventuale infarto, gli interventi chirurgici sul cuore, altre patologie, alcuni farmaci. Altre notizie su Mononucleosi pericardite: come si evidenzia questa complicanza.

Possibili conseguenze del quadro patologico

pericardite

pericardite

In base alle caratteristiche con cui si evidenzia la patologia si vengono a distinguere una forma acuta, se si verifica improvvisamente con una durata circoscritta, ed una forma cronica, dallo sviluppo più lento e con un proccesso di guarigione protratto nel tempo. Di solito le manifestazioni sono lieve e con il riposo e delle semplici terapie il paziente guarisce, è importante comunque impostare una terapia efficace e tempestiva grazie alla quale è possibile inoltre ridurre  il rischio di ricadute ma anche per prevenire le complicazioni; come trattamento viene indicata una cura farmacologica. Nei casi più gravi la pericardite acuta e quella cronica possono alterare il ritmo ed il funzionamento del cuore causando il decesso del paziente; possono evidenziarsi delle gravi complicazioni rappresentate dal tamponamento cardiaco e dalla pericardite costrittiva cronica.

Parla alla tua mente

*