Patologie tumorali virus-indotte da Epstein-Barr

Patologie tumorali virus-indotte da Epstein-Barr

Le infezioni ricorrenti da EBV risultano essere relazionate anche con la comparsa di alcune malattie di tipo tumorale, si fa riferimento in questo caso a patologie tumorali virus-indotte da Epstein-Barr quali: il linfoma di Burkitt, il carcinoma rinofaringo, alcuni linfomi di Hodgkin, i tumori gastrici; da recenti studi medici sembrerebbe inoltre che il virus Epstein-Barr sia coinvolto anche nella genesi di patologie più gravi come la sclerosi multipla. Sono maggiormente esposti al rischio di sviluppare forme tumorali, a partire da un’infezione da virus Epstein-Barr, i soggetti che presentano delle alterazioni del sistema immunitario dell’ospite oppure in caso di maggiore espressione delle proteine virali, risultano più inclini ad andare incontro all’insorgenza di questi quadri clinici i malati di AIDS, i soggetti che si sono sottoposti a trapianto ed in generale i pazienti con una grave compromissione a livello del sistema immunitario.

Forme di latenza legate al virus

patologie-tumorali-virus-indotte-da-epstein-barr

patologie tumorali virus-indotte da Epstein-Barr

Sono più sensibili a sviluppare patologie tumorali virus-indotte da Epstein-Barr i soggetti in cui si registra una proliferazione indiscriminata dei linfociti B, una condizione che può essere influenzata da tre elementi: antigeni o proteine virali EBNA, 3 proteine di membrana (LMP1-2A-2B), 2 tipi di RNA non poliadenilati (EBER1, EBER2). Si possono generare tre forme di latenza dalla combinazione di questi tre elementi che attivano a loro volta diverse patologie di tipo tumorale virus-indotte da Epstein-Barr, si tratta nello specifico delle seguenti condizioni: la latenza di tipo I, associata al linfoma di Burkitt come espressione di EBNA-1 + promotore Q (Qp) + EBER 1 e 2 + LMP2A; la latenza di tipo II, collegata al carcinoma nasofaringeo come espressione della combinazione di EBNA-1 + promotore Q (Qp) + LMP1, LMP2A, EBERs; la latenza di tipo III, associata al linfoma di Burkitt ma anche ad alcuni linfomi attivati da virus Epstein-Barr, una condizione che tende a colpire i malati di AIDS, e si evidenzia come espressione di EBNA 1-2-3-4-5-6 sono trascritti dal promotore Wp/Cp.

Parla alla tua mente

*