Mononucleosi sintomi adulti: pericoli e rischi in gravidanza

Mononucleosi sintomi adulti: come evitarla in gravidanza?

La mononucleosi come abbiamo già detto in altri posts, è una malattia contagiosa causata dal virus di Epstein-Barr, detto anche EBV. A volte la sua trasmissione può causare dei problemi durante la gravidanza, soprattutto nelle prime settimane.
Proprio per tale ragione, è opportuno durante questa prima fase effettuare alcuni test, come quello per la Mononucleosi, Toxoplasmosi e Cytomegalovirus, che sono alcuni dei virus più importanti da tenere sotto stretto controllo durante la gestazione.
Mononucleosi sintomi adulti: I sintomi che si manifestano sono i seguenti: febbre alta, mal di gola, linfonodi ingrossati, e aumento della milza.

La trasmissione può avvenire in diversi modi: tramite la saliva, quindi è possibile conrarre la malattia attraverso i baci, ma anche tramite un starnuto o peggio ancora un colpo si tosse oppure attraverso la condivisione di stoviglie o posate già infette. Generalmente l’esito della patologia è benigno (soltanto l’1% dei casi può portare delle gravi conseguenze come encefalite, meningite, problemi respiratori).

Ecco la giusta terapia durante la gravidanza:

mononucleosi sintomi adulti

mononucleosi sintomi adulti

E’ fondamentale stare a letto durante la malattia. Solitamente la durata di tale patologia è di circa due settimane, anche se i sintomi di spossatezza e affaticamento possono continuare per diversi mesi.

Per sconfiggere il virus, non occorre l’utilizzo dell’antibiotico, poichè la mononucleosi è un’infezione virale e non batterica, pertanto è opportuno, per alleviare i dolori causati dalla malattia, l’uso del paracetamolo o dell’ibuprofene.

Nella stragrande maggioranza dei casi, il virus si risolve senza problemi. Ma se l’affezione rimane quiescente e si ripropone periodicamente, allora in questo caso possono insorgere delle complicanze, manifestando casi di meningite o neuropatie.

Inoltre esiste un tipo di virus, denominato  Cytomegalovirus che può produrre dei problemi al feto durante la gravidanza, soprattutto se si manifesta entro il primo trimestre. Questo virus appartiene alla stessa famiglia degli herpesvirus.Per tale ragione è necessario prima di ogni gravidanza effettuare dei test specifici in modo da escludere la presenza di tale affezione.

Parla alla tua mente

*