Mononucleosi parotite

Mononucleosi parotite come si evidenzia l’ingrossamento

Le ghiandole salivari tra cui le parotidi possono essere interessate da diverse condizioni che ne provocano la tumefazione come nel caso della mononucleosi parotite, una condizione patologica di origine virale che può determinare tra le manifestazioni sintomatologiche un processo di flogosi in questo distretto del corpo. Si tratta di un gonfiore che tende a colpire in genere i soggetti di età pediatrica, si tratta comunque di una condizione che provoca un ingrossamento benigno delle ghiandole parotidi, la condizione patologica può colpire anche il paziente di età adulta. La tumefazione delle ghiandole può essere bilaterale o monolaterale, l’ingrossamento bilaterale si verifica in caso di parotite che si evidenzia con l’insorgenza di un’infiammazione acuta delle ghiandole parotidi che si manifesta con sintomi caratteristici quali: febbre, mal di testa, dolore durante la deglutizione e la masticazione. In alcuni casi la tumefazione interessa solo un lato per cui la tumefazione è monolaterale. In alcuni casi l’ingrossamento di una delle due ghiandole parotidi può essere associata alla presenza di malattie autoimmuni tra cui la sindrome di Sjogren, diabete mellito, disturbi metabolici di diverso genere. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Epidemiologia della mononucleosi.

Quale trattamento terapeutico deve essere seguito

mononucleosi parotite

mononucleosi parotite

In presenza quindi di alcune infezioni quali tonsilliti, mononucleosi e malattia da graffio di gatto possono sorgere dei focus flogistici che possono interessare anche le ghiandole salivari delle parotidi, provocandone un ingrossamento. Dal momento che l’ingrossamento delle parotidi possono dipendere da diverse condizioni patologiche antecedenti, per poter approntare un trattamento terapeutico adeguato che possa alla fine risolvere il quadro clinico del paziente è importante valutare l’anamnesi del paziente rivolgendosi al proprio medico di famiglia per risalire adeguatamente alla causa che è all’origine del disturbo e così prescrivere l’approccio farmacologico ad hoc. Ulteriori notizie si trovano su Mononucleosi trattamento di tipo omeopatico.

Parla alla tua mente

*