Mononucleosi integrazione di vitamina C e vitamina B

Mononucleosi integrazione di vitamina C e vitamina B

In caso di mononucleosi per favorire la guarigione il medico consiglia l’integrazione di vitamina C e vitamina B, infatti se non persistono sintomi troppo severi il virus viene debellato con il riposo ed una dieta capace di rafforzare il sistema immunitario e fornire un’azione tonificante. Rientrano perfettamente in quest’ottica le due vitamine in questione visto che la vitamina C stimola il sistema immunitario favorendo così il processo di guarigione mentre le vitamine del complesso B sono in grado di ridurre la sensazione di stanchezza, una manifestazione tipica dell’infezione batterica che spesso si protrae per lungo tempo. Tra le sostanze immunostimolanti naturalmente presenti in diversi tipi di frutta e verdura, la vitamina C è da sempre considerato un tonico generale dell’organismo e del sistema immunitario. In  pratica questa vitamina stimola il le difese dell’organismo a combattere virus, batteri e funghi e per adempiere a questo ruolo si  ipotizza che sia fondamentale l’acido ascorbico in quanto stimola la produzione di interferone, una sostanza che potenzia le difese naturali dell’organismo contro l’aggressione degli agenti esterni.

Il complesso B a cosa serve

mononucleosi integrazione di vitamina C e vitamina B

mononucleosi integrazione di vitamina C e vitamina B

Grazie alla sua attività antiossidante questa vitamina è un immunostimolante che favorisce il rafforzamento dell’azione di difesa delle cellule immunitarie determinando un aumento degli anticorpi e l’azione dei globuli bianchi, conferme a tal proposito provengono da diversi studi scientifici nei quali viene spiegato come nelle cellule immunitarie il contenuto in vitamina C sia cento volte superiore a quello del sangue per questa ragione deve essere mantenuta questa quota per poter contare su una valida funzionalità difensiva. Chi viene colpito dalla mononucleosi deve far attenzione ad integrare anche una buona quota di vitamine del complesso B in quanto riducono la percezione della fatica offrendo un buon apporto di energia. Ciascuna vitamina del complesso B ha una sua utilità per il benessere dell’organismo per cui bisogna fare scorte della vitamina B1 (definita la vitamina del morale) e della vitamina B9 che agisce anch’essa sull’umore, queste componenti sono utili per contrastare l’ansia e lo stress; la vitamina B2 favorisce il benessere generale del corpo in quanto una carenza di riboflavina determina attacchi di tensione, stanchezza eccessiva e vertigini; la vitamina B3 ha un ruolo di primo piano nel metabolismo degli alimenti per la produzione di energia e placa l’irritabilità. In caso di affaticamento cronico tipico della mononucleosi si consigliano gli alimenti ricchi di vitamina B5, ovvero l’acido pantotenico una sostanza che tende a ridurre l’astenia.  alleviato dalla.

Parla alla tua mente

*