Mononucleosi gravidanza: Citomegalovirus 

Mononucleosi gravidanza

La mononucleosi è una malattia infettiva che può essere contratta anche in gravidanza anche se si tratta di una tipica infezione virale dell’infanzia e dell’adolescenza, ma può colpire anche gli adulti. Il contagio può avvenire in maniera diretta per via oro-faringea tramite lo scambio di saliva ma anche attraverso un rapporto sessuale o mediante delle trasfusioni di sangue, invece l’infezione si trasmette in modo indiretto tramite la manipolazione di oggetti comuni precedentemente contaminati. Le donne in gravidanza essere contagiate dal virus di Epstein-Barr, in genere la malattia è asintomatica e diventa difficile quindi diagnosticarla, ma in condizioni normali l’infezione contratta durante la gravidanza, non desta preoccupazioni, ed quindi non vengono richieste delle specifiche terapie basta solo il riposo a letto ed una dieta adeguata che possa rafforzare il sistema immunitario. L’infezione non rappresenta un pericolo per le gestanti né per il nascituro,  non sono stati riscontrati infatti relazioni tra mononucleosi ed aborti o malformazioni fetali. Per maggiore informazione si rimanda alla lettura dell’articolo Monotest per ricercare l’infezione da virus di Epstein-Barr.

Le conseguenze gravi della presenza del Citomegalovirus

mononucleosi gravidanza

mononucleosi gravidanza

La situazione può diventare più critica se il virus Epstein-Barr della mononucleosi si presenta in associazione alla presenza del Citomegalovirus nel corpo materno, ossia di una forma congenita della malattia, in tal caso si possono verificare delle gravi conseguenze per la salute del feto. Il Citomegalovirus  ha la capacità di restare latente nell’organismo per molto tempo, per poi riattivarsi in particolari condizioni, ciò innesca l’infezione per questo motivo la mononucleosi può trasformarsi in una patologia grave che può essere trasmessa al feto: dopo la nascita il neonato potrebbe evidenziare dei deficit, ma a volte le prime manifestazioni si possono verificare anche a distanza di anni. I disturbi più frequenti dovuti all’infezione sono costituiti da: sordità progressiva, disturbi alla vista, difetti del sistema nervoso. Altre notizie utili su Test per diagnosticare la mononucleosi: la ricerca seriologica.

Parla alla tua mente

*