Mononucleosi e gravidanza: possibili complicazioni?

Mononucleosi e gravidanza: ecco maggiori dettagli

Sappiamo che la mononucleosi è un’infezione virale che nella maggior parte dei casi non va a presentare alcun sintomo. Nel caso in cui si dovessero presentare potremmo andare incontro a debolezza, febbre, mal di gola e un aumento di linfonodi. Ed è per questa ragione che le persone la scambiano spesso e volentieri come una normale influenza. La mononucleosi e gravidanza ci fanno pensare al peggio, ma scopriamo subito cosa può accadere sia alla mamma che al bambino. Per avere maggiori informazioni riguardo alla mononucleosi gravidanza possiamo consultare questo articolo “Mononucleosi in gravidanza: come prevenire la malattia

Quale complicazioni potrebbe andare incontro il feto?

Mononucleosi e gravidanza

Mononucleosi e gravidanza

Non sempre quando il virus entra nell’organismo della mamma risulta essere innocuo. Se il virus dovesse risvegliarsi senza provocare nessun sintomo ci troveremo davanti ad una forma grave che comporterebbe danni al bambino. Tra i disturbi più consistenti troviamo la sordità neurosensoriale che può degenerare sino a provocare un deficit mentale, dei problemi neuromuscolari oppure un’atrofia ottica.

Ed è per questo motivo che i medici consigliano di effettuare un test della mononucleosi, per precauzione, prima di rimanere incinta. Comunque sia si può effettuare un’amniocentesi al fine di ricercare il virus presente nell’organismo.

Nel caso in cui venisse trovato, il medico dovrà monitorarlo al fine di tutelare la salute del bambino. Indi per cui per cercare di prevenire questa patologia sarebbe necessario evitare di stare a contatto con la persona infetta. Una donna in gravidanza può essere curata attraverso l’omeopatia quindi può stare tranquilla.

Una volta che contraiamo la mononucleosi difficilmente il virus si andrà a riattivare visto che ne diventeremo immuni. Per avere maggiori informazioni riguardo al test della gravidanza possiamo leggere questo articolo “Test mononucleosi: ecco come può essere diagnosticata

Parla alla tua mente

*