Mononucleosi cura: malattia senza terapia specifica

Mononucleosi cura: quali farmaci possono aiutare?

Di solito la malattia termina intorno alle 2/3 settimane, anche se tal volta possono avvenire delle ricadute. Proprio per questo motivo sarà opportuno cercare di iniziare a mangiare in maniera più sana ed evitare di fare sport – causa rottura della milza. Comunque sia la mononucleosi cura risulta essere molto semplice, scopriamolo. Per avere maggiori informazioni riguardo alla terapia della mononucleosi possiamo consultare questo articolo “Sintomi mononucleosi adulti: qual è la cura migliore?

Il medico può consigliarci di assumere la tachipirina per via orale oppure in supposte. Questa dovrà essere assunta ogni 4/6 ore per circa 8 gg. Per cercare di alleviare il mal di testa si possono utilizzare degli analgesici. Inoltre è utile, nei casi gravi, utilizzare del cortisone sia per via orale che intramuscolare.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla mononucleosi

Mononucleosi cura

Mononucleosi cura

La possiamo definire come la malattia più difficile da trattare perchè di solito presenta dei sintomi non molto “silenziosi”. Di solito si trasmette tra le persone attraverso lo scambio di saliva e successivamente costringe loro a passare moltissime ore sul letto con febbre alta e tanto altro ancora. Per avere maggiori informazioni riguardo ad un peggioramento della malattia possiamo leggere questo articolo “Sintomi della mononucleosi: può manifestare dei linfonodi?

Sembrerà forse strano, a riesce a colpire quasi il 90% dei soggetti e tal volta non presenta alcun sintomo. Infatti alcuni non si accorgono nemmeno di averla! Oltre al semplice bacio, questa patologia, si può trasmettere anche da dei semplici colpi di tosse.

Il periodo di incubazione è solito durare dai 10 sino ai 30 giorni. Per riuscire ad uscire dalla mononucleosi dovremo cercare di avere pazienza e iniziare a prenderci cura del nostro corpo. Quindi dirigiamoci dal nostro medico di fiducia per cercare di alleviare i disturbi!

Insomma non dobbiamo preoccuparci e soprattutto non aver timore di questo virus.

Parla alla tua mente

*