Incubazione mononucleosi: sintomatologia più frequente

Incubazione mononucleosi: cosa evitare di fare per non contrarre la patologia

Ormai sappiamo che è il virus di Epstein Barr ad essere la causa principale della malattia. Di solito lo si può contrarre attraverso la saliva, il muco, il catarro e persino una semplice lacrima. Ed  è proprio per questa ragione che sarebbe opportuno cercare di non scambiare fazzoletti, spazzolini, posate o quant’altro.

Se si hanno dei bambini sarà doveroso cercare di evitare di fargli scambiare oggetti con gli altri. Ma anche noi adulti dovremo cercare di non baciare nessuno al fine di non fargliela contrarre. L’incubazione mononucleosi va dai 30 ai 50 giorni. Per avere maggiori informazioni riguardo al periodo d’incubazione possiamo consultare questo articolo “Mononucleosi incubazione: le domande più comuni

Gli antibiotici per la mononucleosi risultano essere inefficaci

Incubazione mononucleosi

Incubazione mononucleosi

Una cura specifica per tale problema è assente. Infatti solo in alcuni casi particolari il medico prescrive al paziente dei farmaci. Comunque sia se si è fortunati, la malattia guarisce da sola senza alcun bisogno di una terapia. Il periodo più delicato è la fase acuta che può durare ad un massimo di 15 giorni, ma la completa guarigione dipende da persona a persona.

L’unico rimedio efficacie in questo caso è l’assoluto riposo così da non essere costretti ad essere ricoverati d’urgenza per qualche complicanza.  Una di queste potrebbe essere ad esempio la rottura della milza visto che la mononucleosi causa un suo ingrossamento.

Molte persone comunque sia, visto l’assenza dei sintomi, non si accorgono di averla contratta dato che si presenta molti simile ad un’influenza! Per avere maggiori informazioni riguardo alla cura della mononucleosi possiamo leggere questo articolo “Curare la mononucleosi: serve una lunga convalescenza

Il virus di Epstein Barr presente nella saliva di un soggetto va pian piano diminuendo a circa 7 giorni della sua comparsa, ma alcune persone sembrano contenerlo anche dopo l’infezione.

Parla alla tua mente

*