Epstein barr vca igm positivo: che cosa bisogna fare?

Epstein barr vca igm positivo: valutiamo come muoverci in questi casi

Nel momento in cui contraessimo la mononucleosi dovremo mobilitarci ad effettuare inanzi tutto un test. Infatti attraverso un esame ematomocitmetrico, intanto dovremo individuare quanti globuli bianchi abbiamo. Successivamente dovremo effettuare altri test tra cui quelli seriologici che consentiranno di individuare gli anticorpi contro il virus di Epstein Barr. Da qui infatti si potrà vedere l’Epstein barr vca igm positivo. Per avere maggiori informazioni riguardo alla mononucleosi possiamo consultare questo articolo “Mononucleosi alimentazione: mangiare sano è salutare

Ma con test seriologici che cosa intendiamo?

Epstein barr vca igm positivo

Epstein barr vca igm positivo

Come al solito i termini medici ci fanno molta paura, ma in sostanza poi risultano essere cose “banali” e indolore. Proprio per questa ragione con test seriologici, intendiamo il semplice monotest: l’efficacia di questo esame non è sempre delle migliori in quanto tal volta può anche dare dei risulti sbagliati.

Il medico infatti nel caso in cui fosse negativo si dovrà mobilitare e individuare gli anticorpi anti EBV EA e VCA. Ossia di anticorpi IgM che risultano comparire nelle prime fasi della patologia in questione al contrario gli IgG li potremo trovare nel sangue nonostante siano trascorsi alcuni mesi – serve più che altro a rilevare se la persona ha già contratto la mononucleosi.

Non dobbiamo allarmarci nel caso in cui l’avessimo dato che non è una malattia grave o degenerativa visto che può causare, al massimo, sensi di spossatezza. Tal volta infatti può essere scambiata per una semplice influenza persino dai medici!

Esistono dei casi in cui la mononucleosi potrebbe causare danni gravi come ad esempio la rottura della milza. Per avere maggiori informazioni riguardo agli IgG possiamo leggere questo determinato articolo “Epstein barr virus igg positivo: comporta qualche rischio?

Parla alla tua mente

*