Epidemiologia della mononucleosi

Epidemiologia della mononucleosi

Per quanto riguarda l’epidemiologia della mononucleosi brevemente si può delineare un riassuntivo quadro che permette di rintracciare i punti centrali che caratterizzano tale infezione virale causata dal virus di Epstein-Barr, un virus a DNA a doppia elica che fa parte della famiglia degli Herpesviridae. Il meccanismo di propagazione del virus ha inizio con l’infezione dei tessuti epiteliari orofaringei, il paziente viene così colpito da faringite ed attacchi di tosse. Il decorso della malattia ha di solito un andamento asintomatico, mentre quando compaiono i sintomi spesso appaiono simili al quadro clinico della faringite o di una banale sindrome influenzale. Nella maggior parte dei casi la mononucleosi si trasmette per via orofaringea mediante lo scambio di saliva oppure indirettamente attraverso la manipolazione di oggetti entrati in precedenza in contatto con la saliva di un soggetto infetto. Il virus tende a colpire con maggiore frequenza i soggetti compresi in un range che va dai 15 ai 25 anni, di fatto in età giovanile nella maggioranza dei casi si verifica la forma classica di mononucleosi, mentre in età adulta tende a manifestarsi con maggior frequenza la forma lieve della malattia infettiva di origine virale che si caratterizza per la presenza di: febbre, malessere e debolezza. Maggiori notizie si trovano su Mononucleosi aumento delle cellule mononucleate.

La remissione del virus di Epstein-Barr

epidemiologia della mononucleosi

epidemiologia della mononucleosi

Il soggetto che viene infettato dall’agente virale Epstein-Barrrisente di una lunga fase di remissione in quanto il virus rimane latente nel corpo del paziente anche dopo la guarigione, in pratica l’eliminazione del virus attraverso la saliva si prolunga per circa un anno, per continuare per tutta la vita anche se con meno rilevanza ed in maniera del tutto asintomatica per cui l’ospite non risente di alcun disturbo connesso con la completa recessione dei sintomi dovuti all’infezione. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Monotest per ricercare l’infezione da virus di Epstein-Barr.

Parla alla tua mente

*