Diagnosi della mononucleosi esami

Diagnosi della mononucleosi esami: MNI-Test

Quando i sintomi da soli non consentono di formulare la corretta diagnosi della mononucleosi il medico raccomanda al paziente di sottoporsi agli esami del sangue, i cui esiti mostrano un aumento degli indici infiammatori, a cui si associa anche una diminuzione del numero dei leucociti che si traducono nella condizione di neutrofilia, mentre si evidenzia un aumento dei livelli dei linfociti e dei monociti, nello specifico si riscontrano dei linfociti anomali nel flusso ematico. Dagli esami del sangue si evidenzia anche un aumento delle transaminasi e dei valori della bilirubina. Per formulare la diagnosi che conferma la mononucleosi di solito viene eseguito il MNI-Test, un test rapido che permette di riscontare la presenza di anticorpi anti-Epstein-Barr virus, si fa ricorso a questo strumento diagnostico per confermare la diagnosi di mononucleosi infettiva quando il quadro sintomatologico non è specifico, in tal caso si parla di sindrome mononucleosica che viene ad evidenziare con manifestazioni quali: febbre, stanchezza, faringite. Per ulteriori notizie si rimanda alla lettura dell’articolo Virus di Epstein-Barr periodo di incubazione.

Reazione di Paul Bunnel Davidsohn

diagnosi della mononucleosi esami

diagnosi della mononucleosi esami

A livello ematologico possono essere inoltre ricercati anche gli anticorpi specifici anti-EBV, in questo modo è possibile individuare gli anticorpi VCA oppure gli anti-EA. Per la diagnosi dell’infezione del virus Epstein-Barr, responsabile dell’insorgenza della mononucleosi, bisogna controllare il dosaggio dei seguenti anticorpi: IgG-VCA, IgM-VCA, IgG-EBNA, IgG-EA. In ambito clinico quando risulta difficile identificare l’infezione causata dal virus di Epstein-Barr può essere condotto un altro esame che consiste nella valutazione dei risultati relativi alla reazione di Paul Bunnel Davidsohn, un test con cui è possibile evidenziare la presenza di anticorpi anti-Epstein-Barr virus. Rispetto al MNI Test, che può dare falsi positivi, la reazione di Paul Bunnel Davidsohn risulta può sensibile e quindi più affidabile. Maggiori informazioni si trovano su Analisi per mononucleosi con stanchezza cronica: prevenzione e rimedi.

Parla alla tua mente

*