Curare la mononucleosi: ecco i rimedi farmacologici

Tutto ciò che si deve sapere su come curare la mononucleosi:

La mononucleosi, conosciuta da tutti come malattia del bacio è una patologia molto diffusa. Il responsabile della malattia è il virus di Epstein-Barr (EBV). Nella maggior parte dei casi il  decorso è asintomatico, e pertanto molte persone non si accorgono neanche di aver contratto la malattia dal momento che molto spesso i sintomi che si accusano sono simili ad una semplice influenza accompagnati a sua volta  da uno stato generale di stanchezza. Per curare la mononucleosi basta seguire alcune piccole accortezze, e il gioco è fatto! Per ulteriori approfondimenti leggi l’articolo Mononculeosi cura: le giuste terapie.

Secondo alcuni studi recenti, si stima che in Italia la malattia ha coinvolto almeno il 70% della popolazione, ma solo il 5% dei casi ha riscontrato i sintomi veri e propri della mononucleosi, ossia febbre alta, mal di gola, cefalea modesta, linfonodi ingrossati. Il contagio può avvenire tramite la saliva, le urine, o per via sessuale. Quando il sistema immunitario è debole, sembrerebbe più facile subire l’infezione.

Epstein-Barr: tutte le complicazioni del virus

curare la mononucleosi

curare la mononucleosi

Quando il virus di Epsten-Barr infetta l’organismo , viene a stabilirsi un’infezione latente che permane per diverso tempo, oppure può riattivarsi soltanto in determinati situazioni o addirittura creare delle alterazioni che portano alll’insorgenza di altre patologie più o meno gravi. Oltretutto si è scoperto recentemente che questo virus porta a una modificazione degli equilibri endocrini creando una sorta di stanchezza permanente che viene denominata come  “sindrome da stanchezza cronica”. Questo tipo di alterazione è stata riscontrata in particolar modo nelle donne. Inoltre le ultime ricerche hanno dimostrato che il virus può portare anche gravi casi di infezioni croniche o neoplasie ai linfonodi.

Anche quando la mononucleosi manifesta la sintomatologia, la malattia ha un decorso benigno e si risolve generalmente nel giro di 8 settimane. Contro tale patologia non esistono delle cure ben definite, ma tuttavia è possibile somministrare degli antinfiammatori in caso di dolori muscolari o articolari, oppure utilizzare il paracetamolo, ideale per abbassare la febbre. Nelle forme virali invece  gli antibiotici non servono. Per ulteriori approfondimenti leggi l’articolo Sintomi della mononucleosi: cause e cure.

Parla alla tua mente

*