Adenite mononucleosi la relazione

Adenite mononucleosi

In presenza di un processo infettivo che causa l’aumento del volume dei linfonodi si parla di adenite che può comparire anche nel quadro clinico della mononucleosi. I linfonodi, o ghiandole linfatiche, si trovano lungo le vie linfatiche ed il loro compito è quello di ripulire l’organismo da batteri, virus, antigeni e materiali di rifiuto. Si tratta quindi di un’affezione di origine infettiva dovuta all’aggressione di batteri, virus, parassiti, piogeni e bacilli. L’infiammazione di una ghiandola linfatica di solito tende a localizzarsi in determinate aree del corpo tra cui: collo, ascelle, inguine, addome. I processi infiammatori dei linfonodi anche all’interno del quadro clinico della mononucleosi assumono dei caratteri specifici, per cui spesso l’insorgenza del processo flogistico non viene facilmente diagnosticato va però precisato che se l’origine dell’infiammazione è di natura infiammatoria oppure infettiva, allora si evidenzieranno dei rigonfiamenti molli e sensibili mentre la parte superficiale appare arrossata ed al tatto calda. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Mononucleosi infettiva contagio e prevenzione.

Segno clinico: cosa rivela

adenite mononucleosi

adenite mononucleosi

Oltre alla mononucleosi infettiva, in ambito clinico altre malattie infettive possono causare l’insorgenza di adenite tra cui la rosolia, la tubercolosi, la toxoplasmosi, questi processi infettivi possono provocare l’ingrossamento delle ghiandole linfatiche presenti in diverse regioni. L’infiammazione di un linfonodo quindi è un segno clinico che può rilevare la presenza di una malattia dal momento che il processo infiammatorio è la reazione dell’organismo in risposta ad una malattia infettiva o neoplastica per cui i linfonodi attivano un’azione di filtraggio della linfa infetta. Dopo la diagnosi è necessario intraprendere la terapia più adeguata che si basa sulla somministrazione di analgesici per trattare il dolore, ma è necessario soprattutto assumere degli specifici farmaci per contrastare la condizione patologica di cui l’ingrossamento dei linfonodi è un sintomo. Altre notizie si trovano su Mononucleosi infettiva criteri diagnostici per identificare l’infezione.

Parla alla tua mente

*